Alessia Melchiorre
31 Articles0 Comments

Viaggio nella Bologna di Andrea Pazienza

Il reportage dalla Bologna di Andrea Pazienza, quella degli anni Settanta, polivalente e tumultuosa come le tavole de Le straordinarie avventure di Pentothal. Tra “storie pese” e pennarelli, il viaggio finisce con la voce dello stesso Andrea in un’intervista ripresa dagli archivi Rai.

In Olanda l’empatia è diventata un business

Si parla di una nuova tendenza che piace ai grandi (le multinazionali e la Pubblica Amministrazione) e piccoli (le cooperative sociali): il design thinking. Il reportage di un congresso “particolare” – dove c’è anche una rappresentanza italiana – da Amsterdam. Tempo di lettura: una canzone di David Bowie

St. Vincent vi sta ingannando

Siamo andati a vedere St.Vincent dal vivo a Utrecht, unica tappa olandese del suo tour europeo Fear the Future. E ci siamo sentiti ingannati. Ecco perché

Anime nere e le regole della ‘ndrangheta

«Da chi ha ereditato questa gente la mancanza di misura, che gli Dei dell’Ellade, sì familiari un tempo in queste contrade, punivano crudelmente come figlia dell’empietà? Ogni qualvolta mi imbatto in una assenza così assoluta di dominio su sé stessi,…

Wolfgang Flür: “con i Kraftwerk ero solo un batterista, ora sono libero”

Immaginate di incontrare Antonio Meucci oggi e di chiedergli cosa ne pensa degli smartphone, ovvero dell’evoluzione della sua invenzione. Vi dirà che se non fosse stato lui, il telefono l’avrebbe inventato qualcun altro, in un modo o nell’altro. È la…

La Grande Barriera Corallina Australiana è morta

Dopo una lunga sofferenza iniziata negli anni Ottanta, la struttura corallina più grande del mondo ha ceduto al fenomeno dello sbiancamento. Per effetto del riscaldamento globale, le temperature record dei mari hanno causato una sistematica perdita di colore nelle alghe che vivono…

Maurits Groen, imprenditore del Sole grazie ai WakaWaka

Intervista a Maurits Groen – la “Persona più eco-sostenibile del 2015 nei Paesi Bassi”

Il 25 Febbraio Taranto chiede giustizia

Chiudere le fonti inquinanti, riconvertire i posti di lavoro degli operai e bonificare l’intera zona interessata: questo chiedono i tarantini nella manifestazione Giustizia per Taranto di sabato