Letteratura

La fantapocalisse linguistica di Domitilla Pirro

Se c’è una scrittrice attualmente in attività capace di raccontare bene le vite di ragazzini e ragazzine e, soprattutto, pure di comunicare con loro, come a dire io ci sono, sono qua, totalmente con voi, vi capisco, vi ascolto tutti…

Il sorriso di don Giovanni di Ermanno Rea: Adele è il suo personaggio più autobiografico

Nel 2014 Feltrinelli pubblica Il sorriso di don Giovanni, il più autobiografico dei lavori di Ermanno Rea, scrittore napoletano.

Karen Powell e Il fiume dentro di noi

La grande tradizione del romanzo classico britannico ritorna, a sorpresa, in un esordio atipico, quello di Karen Powell e il suo Il fiume dentro di noi, Edizioni e/o. Powell scrive una storia di mistero e sospetto ambientata in una cittadina…

L’esoterismo del fine-mondo | Streghe Fraterne di Antoine Volodine

…rinunciando cioè ad ogni cosa, mettendo una croce sul nostro miserabile ego, dimenticando il nostro corpo, dimenticando la nostra anima per diventare dei golem, portatori di parola. Cinque anni dopo il capolavoro Terminus Radioso, torna la voce autorevole di Antoine…

Fisica dell’oppressione: La donna gelata di Annie Ernaux

I nostri corpi sono plasmati dalle forze sociali esistenti nella famiglia, che formano il nostro carattere e determinano il nostro fato, che sarà di cercare di piacere agli altri per ricevere amore e approvazione. – Alexander Lowen, Paura di vivere…

Quest’ansia di vivere | La Sete di Marie-Claire Blais

Dicembre 1999. In una grande villa in un’isola senza nome del Golfo del Messico – entrambe spartiacque tra infiniti mondi – vengono indetti tre giorni e tre notti di festa per salutare la nascita di Vincent, e la fine di…

Per Pippa Bacca: L’abito bianco di Nathalie Léger

Leggere Nathalie Léger mi ricorda un po’ Annie Ernaux, ciascuna a suo modo sa raccontare bene la storia che diventa vita e la vita che diventa storia, senza mai tralasciare testimonianze, parole, film, canzoni, libri, personaggi e volti che per…

Gli spatriati di Mario Desiati

Il fascino di “Spatriati” di Mario Desiati (Einaudi, 2021) comincia, innanzitutto, dal titolo e quel mondo intero di significati che porta con sé. Da pugliese, mi fanno sentire in qualche modo privilegiata e commossa: non si ha sempre il lusso…