I-Music

Guida indiependente ai migliori festival europei

Dal nord della Norvegia al Sud della Spagna, anche quest’anno i festival europei si preparano a regalare una nuova stagione al ritmo delle parole magiche qualità e divertimento. La nostra bella Europa è una collezione di storie e nazioni con folklori tutti da scoprire: i festival sono un’occasione per andare alla ricerca di questa collezione, tra viaggi e grandi momenti di musica.

La guida indiependente ai migliori festival europei del 2018 vi aiuta a orientarvi e a scegliere il festival fa al caso vostro. Enjoy.

ALL POINTS EAST | 25 Maggio – 3 Giugno, Londra

Location: Victoria Park
Cast: LCD Soundsystem, The xx, The National, Nick Cave & The Bad Seeds, Bjork, Beck, Father John Misty, Sampha, Phoenix, Yeah Yeah Yeahs

Dieci giorni di musica a Londra al Victoria Park, la ricetta di All Point East è già vincente sulla carta. Se poi ci dedichiamo a guardare da vicino la line up impazziamo, perdendoci tra i nomi che ha tirato fuori il festival londinese. Una tre giorni di festival con tre headliner d’eccezione: LCD Soundsystem, The xx e Bjork. E poi tre shows speciali in cui nomi come Nick Cave o The National si alternano a quelli di Phoenix e Yeah Yeah Yeahs. Qualcosa ci porta nella East London già prima dell’estate, per godere l’ebbrezza della buona musica dal vivo in una delle città più vive del globo.

Cosa portare: semi cattivi da spargere nel parco, per sognare che crescano tanti musicisti di Nick Cave cullati dal vento di un tetro autunno londinese

PRIMAVERA SOUND | 30 Maggio – 3 Giugno, Barcellona

Location: tutti i luoghi del Primavera
Cast: Björk, Nick Cave & The Bad Seeds, The National, Migos, Arctic Monkeys, Lorde, A$AP Rocky, Belle And Sebastian. Spiritualized, The War On Drugs, Mogwai, Slowdive, Art Ensemble Of Chicago, The Breeders, Beach House, Charlotte Gainsbourg

Per numerose ragioni il Primavera Sound ha una natura differente rispetto ai grandi festival europei, non si tratta solo dei grandi nomi, delle ricerche sulla line up ma di quel rapporto simbiotico che instaura con la sua città, il suo integrarsi ed esserne parte attiva durante i giorni della manifestazione. Vivere l’esperienza di Barcellona, con le sue calles e la sua storia, il suo lato gitano e l’arte che si respira, significa comprendere probabilmente le radici da cui il Primavera nasce e cresce ininterrottamente da anni. Non solo paella e sole, Gaudì, il caffè di Hemingway o i colpi di skate al Macba, la magia della capitale della Catalanuya è nella sua quotidianità, nelle zone in cui il turismo viene vissuto con naturalezza e curiosità. Immancabile.

Cosa portare: scarpe comode per camminare tanto tra i palchi

FIELD DAY | 1 -2 Giugno, Londra

Location: Brockwell Park
Cast: Floating Points, Four Tet, Nils Frahm, James Holden & The Animal Spirits, Moses Sumney, Loyle Carner, Charlotte Gainsbourg, Daphni

La stagione dei festival nel Regno Unito ha una sua tradizione, e la capitale inglese è in forma splendida anche quest’anno. Brockwell Park accoglie il Field Day, con una line up di nomi che spaziano dall’elettronica di Nils Frahm e Four Tet (live), al nuovo panorama di belle voci contemporanee come Moses Sumney e il rapper inglese Loyle Carner. In più una Charlotte Gainsbourg che per tutta la primavera non ha smesso di fiorire. Field Day, ovvero come divertirsi per due giorni mantenendo viva la vocazione ai festival dentro di noi.

Cosa portare: la voglia di ascoltare dal vivo la splendida voce al naturale di Moses Sumney

.

NOS PRIMAVERA SOUND | 7 -9 Giugno, Porto

Location: Porto
Cast: Jamie xx, Father John Misty, Tyler the Creator, Lorde, Four Tet, Grizzly Bear, Nick Cave & The Bad Seeds, Nils Frahm, Arca, Pil, War On Drugs

Il comparto portoghese del Primavera Sound è il NOS di Porto, che anche quest’anno scalda i motori per bene con una line up che tira fuori i suoi assi anno dopo anno. Per vivere un’esperienza diversa, o parallela, all’edizione magna di Barcellona, il NOS Primavera di Porto è il festival consigliato: stessa organizzazione, ma in piccolo, del festival fratello spagnolo-catalano. L’adrenalina sale, non resta che fare un viaggio nella splendida città del Portogallo: che l’incanto sia tutto vostro.

Cosa portare: la tavola da surf, per intramezzare il festival con momenti di divertimento puro nell’oceano che fu porto verso le Americhe

SÒNAR BARCELONA | 14 – 16 Giugno, Barcellona

Location: Fira Montijuic, Fira Gran Via L’Hospitalet
Cast: Gorillaz, LCD Soundsystem, Bonobo, Thom Yorke, Alva Noto & Ryuichi Sakamoto, 2manydjs, John Talabot

Siamo sempre in terra spagnola, ancora nella città di Barcellona, per il festival che raccoglie le tendenze più elettroniche della musica mondiale e contemporanea. Il Sonar è un grandioso classico dei festival di ogni anno, e come ogni edizione si prepara a farvi stra-vivere l’esperienza. Il Sonar giornaliero si accompagna a quello notturno, ed è subito voglia di farsi trascinare via dai ritmi, che quest’anno parlano il linguaggio di nomi come Gorillaz, Bonobo, Lcd Soundsystem o Thom Yorke. Sonorità bomba assicurate.

Cosa portare: lasciate a casa ogni stanchezza e scatenatevi

ROSKILDE BARCELONA | 30 Giugno – 7 Luglio, Roskilde (DAN)

Location: Roskilde
Cast: Gorillaz, David Byrne, Nick Cave & The Bad Seeds, Anderson Paak, Ben Frost, Charlotte Gainsbourg, Interpol, Four Tet, Mogwai, St Vincent, John Maus, Preoccupations, Sampha, Young Fathers, Massive Attack

Il Roskilde Festival in Danimarca è attivo dal 1971, da allora si è affermato come una delle belle realtà dell’estate dei festival in Europa. Siamo al Nord, nella città di Roskilde, che fu anche capitale danese per un periodo, e com’è tradizione per il Nord Europa vivrete l’esperienza in grandi spazi aperti, con possibilità di camping. Dal 30 Giugno al 7 Luglio non ci sarà marcio in Danimarca, solo la sana voglia di riempire lo spirito assecondandosi alle note della musica di fuoriclasse come Byrne e i Gorillaz. Vibrazioni positive, cantavano i Beach Boys. E sia.

Cosa portare: un’ologramma in stile Gorillaz potrebbe servire per non perdere l’immagine che avete di voi stessi, tra un concerto e l’altro

MELT! | 13 – 15 Luglio, Ferropolis (GER)

Location: Ferropolis
Cast: The xx, Jon Hopkins, Florence + The Machine, Fever Ray, Tyler The Creator, Cigarettes After Sex, Mura Masa, The Black Madonna, Apparat

La città del ferro vi accoglie anche quest’anno per uno dei festival più avanguardisti d’Europa, tra le ex miniere tedesche. Un set mozzafiato nell’impronunciabile città di Gräfenhainichen, che per comodità continueremo a chiamare Ferropolis. Elettronica, scariche e cariche, mood danzereccio che si mescola al set del ferro vivo e battente, per un’estate che si promette rovente. Una delle esperienze da fare almeno una volta nella vita. E poi c’è un maestro fabbro di suoni come Jon Hopkins quest’anno. Siamo carichi.

Cosa portare: la sapiente arte di battere sul ferro caldo potrebbe ispirarvi a sbattervi sotto cassa

OPEN’ER FESTIVAL | 4 – 7 Luglio, Gdynia (POL)

Location: aeroporto Gdynia-Kosokowo
Cast: Depeche Mode, Gorillaz, Migos, Massive Attack, Nick Cave & The Bad Seeds, Arctic Monkeys, Fleet Foxes, David Byrne, Young Fathers

L’Open’er festival in Polonia è un altro dei grandi classici che anno dopo anno emoziona e scuote il panorama dei festival estivi europei con il lancio della sua line up. Nell’aeroporto di Gdynia ci si prepara ogni anno a vivere l’esperienza dei grandi appuntamenti, di quelli che caricano sia pubblico che band sul palco. Si ricorda per esempio come Dave Grohl dopo due ore di performance sul palco all’Open’er abbia pronunciato le magiche parole “possiamo ancora andare avanti”. E allora maledettamente andiamo avanti, immaginando quattro ore di live di Nick Cave e cinque ore di prestazione prorompente dei Migos. Chi lo sa che non si avveri.

Cosa portare: un timer e caffè caffè caffè

SZIGET | 8 -14 Agosto, Budapest

Location: Budapest
Cast: Kendrick Lamar, Gorillaz, Arctic Monkeys, Liam Gallagher, The War On Drugs, Lana Del Rey, Gogol Bordello, Nick Murphy aka Chet Faker, Fever Ray, Cigarettes After Sex

C’è un gran nome quest’anno a Budapest che avrete notato, tra i tanti che si ripetono altrove. Si tratta ovviamente di Kendrick, che si prepara a qualche tappa estiva in Europa fresco vincitore di un Pulitzer. Da adesso in poi siete avvisati, Kendrick Lamar tornerà come nome per alcuni festival europei dell’estate proprio mentre un altro nome torna per quelli italiani. Allo Sziget si compie al solito una tappa che è un classico dell’estate, tra sogni woodstockiani e campeggi, il cast spazia dai Gorillaz ai Gogol Bordello. Onorate il classico che non muore mai.

Cosa portare: antizanzare

WAY OUT WEST | 9 -11 Agosto, Goteborg (SWE)

Location: Slottsskogen
Cast: Kendrick Lamar, Arctic Monkeys, Arcade Fire, Iggy Pop, Patti Smith, St Vincet, Kamasi Washington, Bonobo, Fever Ray, Dirty Projectors, Grizzly Bear, Charlotte Gainsbourg, Nils Frahm, Moses Sumney

Il Way Out West di Goteborg è uno dei sogni proibiti per ogni amante dei festival. Nordeuropa e buona musica si mescolano come mix esplosivi nella ricetta del festival svedese, che quest’anno accoglie nella sua line up addirittura mister Kendrick Lamar. Colpi e annunci d’alta classe per un festival che ogni anno prova a raccogliere il meglio del panorama musicale contemporaneo, condensato per pochi giorni nel bel Sud della Svezia – dove il sole tramonta tardissimo. Letale e dolce, come l’aurora boreale.

Cosa portare: gli occhiali da sole

PUKKELPOP | 15 – 18 Agosto, Hasselt (Belgio)

Location: direzione Hasselt
Cast: Kendrick Lamar, Arcade Fire, The War on Drugs, Bonobo, Grizzly Bear, Nick Murphy, James Holden & The Animal Spirits, Dirty Projectors, Justice

Anche il Pukkelpop in Belgio scalda i motori con il solito cast eccezionale a cui di anno in anno ci ha abituati. La sua tradizione da festival di massa (come Glastonsbury, che quest’anno salta un giro e torna al prossimo) continua: Pukkelpop attira non solo pubblico belga, ma racchiude in sé una strategia vincente capace di estendersi fuori confine e aprirsi a tutta l’Europa. Lo fa anche con la line up che quest’anno spazia tra i grandi nomi del rap, del rock e dell’elettronica. Del resto parliamo di uno dei festival europei più affermati.

Cosa portare: la carica per arrivare ai Boiler Party

OYA FESTIVAL | 7 – 11 Agosto, Oslo

Location: Toyenparken
Cast: Kendrick Lamar, Arctic Monkeys, Arcade Fire, Sleaford Mods, Fever Ray, Grizzly Bear, St Vincent, Moses Sumney, Curtis Harding, Lykke Li, Charlotte Gainsbourg

Norvegia, un’altra delle tappe estive dei grandi festival tradizionali è in un parco norvegese che di anno in anno si è fatto riconoscere per lo splendore delle sue notti d’agosto illuminate dalle luci dell’Oya, e dalla musica dei protagonisti del festival. Uno dei festival più attenti al tema ambientale non poteva che avere casa nel profondo Nord dell”Europa, dove le notti sono lunghe e ricche di luce. Magia nordeuropea.

Cosa portare: vi diremo cosa non portare, il telefono – che tutto sia votato al relax

LA ROUTE DU ROCK | 15 – 19 Agosto, Saint-Malo (FR)

Location: Saint-Malo
Cast: Phoenix, Grizzly Bear, Nils Frahm, Patti Smith, John Maus, Ariel Pink, Protomartyr, Jungle, Charlotte Gainsbourg, The Brian Jonestown Massacre

Nella magica cornice della Bretagna in Francia, sulla costa a Nord, a Saint-Malo, ogni anno La Route de Rock è l’appuntamento da non mancare per gli amanti dei festival e delle tradizioni europee. La nostra bella Europa è una collezione di storie e regioni con tradizioni culinarie e folklori tutti da scoprire: i festival sono un’occasione per andare alla ricerca di questa collezione umana che da Nord al Sud ci lascia ripassare la bellezza della nostra grande Europa. In Bretagna vi aspettano i Phoenix, i Grizzly Bear, una Patti Smith sempre in forma, e qualche ottimo formaggio.

Cosa portare: la vostra fame vi preceda

ROCK EN SEINE | 24 – 26 Agosto, Parigi

Location: Saint-Cloud
Cast: Bonobo, Justice, Die Antwoord, Nick Murphy, Cigarettes After Sex, Dirty Projectors, Wolf Alice, The Black Angels, Glass Animals

A Boulogne-Billancourt c’è un grande parco a pochi passi dalla Senna che ospita per tradizione il Rock En Seine, con i suoi palchi e quel sapore di fine estate che è sempre bello da assecondare per lasciarsi dietro una stagione che amiamo vivere. Parigi vi aspetta anche nel 2018 per il suo classico festival estivo, che quest’anno colleziona nomi originali nel panorama delle line up europee, con un tocco insaporito dalla psichedelia dei Black Angels e dal ritorno dei Dirty Projectors. Rilassatevi sull’erba.

Cosa portare: un bel telo su cui sdraiarvi

READING FESTIVAL | 24 – 26 Agosto, Leeds (ENG)

Location: Richfield Avenue
Cast: Kendrick Lamar, Fall Out Boy, Kings of Leon, The Vaccines, Wolf Alice

Dicevamo che la tradizione dei festival nel Regno Unito è sempre viva, e ogni anno insaporisce il ritmo delle stagioni calde con i suoi festival che raccolgono la comune utopia di ravvivare le città. Nell’impossibilità di elencarli tutti scegliamo un appuntamento topico come il Reading, invitandovi a riscopirli tutti uno per uno, con una mappa a portata di mano che vi farà viaggiare dall’Inghilterra alla Scozia, alla riscoperta dell’esperienza che tanto amiamo e che ci rendi tutti più vicini di anno in anno, i festival.

Cosa portare: la sensazione che per una volta nella vita avrete visto dal vivo quel Kendrick Lamar che è l’artista contemporaneo del momento

DIMENSIONS FESTIVAL | 29 Agosto – 2 Settembre, Pula (CRO)

Location: Pula
Cast: Kraftwerk, Nils Frahm, Ben Ufo, James Holden & The Animal Spirits, Jon Hopkins, Bonobo

E ora facciamo una tappa in Croazia, per un festival nato da poco sulle rovine di una città antichissima. Tutta la storia vibra insieme a noi, il mare è favoloso, le acque sembrano parlarci, e fuori di lì siamo avvolti da vibrazioni elettroniche che penetrano l’anima. E poi i boat party, nella sana tradizione dei festival adriatici. Il concept del Dimensions Festival ci conquista facilmente.

Cosa portare: tutto quello che potrebbe servirvi al mare

LOLLAPALOOZA | 8- 9 Settembre, Berlino

Location: Olympiastadion
Cast: Kraftwerk, The Weeknd, The National, Imagine Dragons, Liam Gallagher

Il Lollapalooza è un festival itinerante – con forte tradizione a Chicago – che da qualche tempo sta infiammando il settembre berlinese, con una tappa anche parigina nel bel mezzo dell’estate. Ancora una volta chiudere il sogno estivo passa a Berlino come tappa obbligata. Ci si lascerà dietro l’amarezza del nuovo autunno che torna.

Cosa portare: una mappa dei luoghi più underground di Berlino, se ne approfitti