Nuove Fedeltà

Subterranean Preview: HIBOU MOYEN – Unghie [Video Première]

 La storia si muove su un racconto lisergico di un amore in declino. Il video mostra come, squarciato l’ultimo velo dell’intimità e dell’istituzionalità dei rapporti di coppia, non ci sia assolutamente niente se non la nostalgia di un passato mai vissuto. Unghie è una canzone dolce e malinconica a cui sono molto affezionato e sceglierla tra le nove rimaste, dopo il video di anticipazione Efelidi, è stato naturale.

 

Oggi vi presentiamo, in anteprima, il video Unghie di Hibou Moyen, moniker dietro cui si cela Giacomo Radi, artista che si lascia ispirare dalla natura e che riporta in musica le suggestioni nate da questa unione. Fin dove non si tocca è il suo ultimo lavoro, uscito nel 2016 da cui proviene lo stesso brano che vi mostriamo per Subterranean Preview.

 

 

D: , com’è nato il video di Unghie?

R:Con questo video, nato dalla collaborazione con i ragazzi di Mind the Rec di Milano, si chiude un ciclo. Ad un anno dall’uscita del mio secondo disco Fin dove non si tocca ho sentito l’esigenza di ripercorrere i passi a ritroso e trovare un brano che lo rappresentasse. La storia si muove su un racconto lisergico di un amore in declino. Il video mostra come, squarciato l’ultimo velo dell’intimità e dell’istituzionalità dei rapporti di coppia, non ci sia assolutamente niente se non la nostalgia di un passato mai vissuto. Unghie è una canzone dolce e malinconica a cui sono molto affezionato e sceglierla tra le nove rimaste, dopo il video di anticipazione Efelidi, è stato naturale. L’ambientazione silvestre codifica la mia personale attitudine di cui la natura è principale fonte di ispirazione.

A un anno dall’uscita di Fin dove non si tocca sei al lavoro per qualcosa di nuovo?

Adesso sono al lavoro sulla scrittura del prossimo album e sono completamente assorbito dal momento creativo. Stanno nascendo molti brani e le basi di arrangiamento che delineeranno il suono del terzo disco.