Francesco Chianese
50 Articles0 Comments

Irrequieto e tendenzialmente poco incline a credere nell'esistenza di una età adulta, fuori posto più o meno in qualsiasi contesto, giornalista redento, scrittore poco ispirato, musicista che prova a ormai a smettere con una certa costanza, nerd part-time e true believer con episodiche crisi di autostima, e pure, pare, una cosa che chiamano dottore di ricerca, in letterature comparate. Al momento, spiaggiato in Long Beach, California. Se la vita è una bicicletta che se non pedali cadi, vediamo pure di non bucare. Meno male che almeno la musica, quella non si esaurisce mai.

Norman Fucking Rockwell: la “golden hour” di Lana Del Rey

Mi hanno sempre incuriosito gli studi che cercano di analizzare gli effetti della musica sul nostro cervello, almeno quanto i critici musicali che affermano di poter scrivere una recensione di un disco indipendentemente dal proprio coinvolgimento emotivo e personale nell’ascolto.…

Claudia Durastanti ci racconta La straniera

Intervistiamo Claudia Durastanti poco dopo la proclamazione della lista dei concorrenti del Premio Strega, che è probabilmente il più importante premio per la narrativa italiana. Una straordinaria conferma del suo talento di scrittrice, certo, ma noi de L’Indiependente alla narrativa…

Un festival di letteratura italiana a Londra | Capitolo Due

Quando si è cominciato a parlare di FILL, Festival of Italian Literature in London, vari amici italiani che risiedono lì e lavorano in ambienti culturali, con cui mi sono trovato a parlarne, non mi hanno nascosto una certa perplessità. Molto…

Da Israele al New Jersey: un’altra diaspora in Un’altra occupazione di Joshua Cohen

Joshua Cohen è uno dei più brillanti scrittori americani contemporanei, con all’attivo due best-seller pubblicati da Random House, uno dei principali editori statunitensi, entrambi promossi a pieni voti dalle pagine letterarie di quotidiani e riviste di tutto il mondo. James…

Goodbye, ol’ pal: Philip Roth e l’America che è sparita insieme a lui

Forse la morte di Philip Roth, più di tutte le morti celebri che si sono susseguite negli ultimi anni, ci trasmette l’idea di un grosso momento di ricambio nel nostro orizzonte culturale. In realtà, già il suo silenzio prolungato –…

Carmen Consoli: dall’Etna alle Alpi, fedele a se stessa

Eravamo a OGR, ormai nota a chi legge location torinese, un tempo adibita a officina di riparazioni ferroviarie e oggi dedicata a concerti ed eventi di vario tipo. Eppure, senza togliere niente allo splendore magnifico di questi spazi industriali recuperati…

Il Salone apre le porte: dieci eventi da non perdere nel week-end

Le porte del Lingotto si sono aperte ufficialmente, l’affluenza di pubblico e già torrenziale e si immaginano numeri in crescita. Il Salone del Libro, internazionale probabilmente come mai prima d’ora, secondo le volontà del suo direttore Nicola Lagioia (che abbiamo…

Cinque domande a Nicola Lagioia, direttore del Salone del Libro di Torino e molto altro

Non c’è marketing che tenga, per riportare le persone a leggere libri piuttosto bisogna essere fedeli alla propria passione di lettori. Questa è la ricetta che ha ispirato Nicola Lagioia nel suo lavoro di direttore artistico per il Salone Internazionale del Libro di Torino 2018, ormai prossimo ad aprire le porte.