Federica Guglietta
7 Articles0 Comments

Leggo, scrivo, faccio cose. Mi piacciono le storie che finiscono male.

Solidarietà, treni e sentimenti | Il treno dei bambini di Viola Ardone

C’è scritto che noi siamo i bambini del Mezzogiorno e che il Settentrione ci aspetta per aiutarci, e questa è la solidarietà. Le vorrei chiedere che cosa significa la solidarietà, ma arriva un ragazzo con la giacca e i pantaloni…

Adotta anche tu un piccolo Grande Fratello di peluche: Kentuki di Samanta Schweblin

Non è un mistero: siamo iperconnessi. Negli ultimi anni abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione tecnologica e, chi più, chi meno, ma in media un po’ tutti, ci siamo lasciati travolgere. Esistono i social, tramite cui, purtroppo o…

Famiglia, passato e voci nella testa: La tua vita e la mia di Majgull Axelsson

Leggere Majgull Axelsson è un’esperienza catartica, formativa, totale. La sua scrittura ha la capacità di esprimere concetti crudissimi, raccontare storie spesso taciute e per questo poco conosciute, mostrandocele grazie all’uso di punti di vista spesso inaspettati e a uno stile…

Magia, zucchero filato e Brigate Rosse: Il cielo per ultimo di Michele Cecchini

A raccontare di che pasta è fatta la felicità si rischia sempre di risultare banali, macchiettistici, decisamente sopra le righe. Senza dubbio è una delle prove più difficili per uno scrittore. Per non parlare poi se l’obiettivo è scrivere di…

Precarietà e salute mentale: La lavoratrice di Elvira Navarro

Da quando ero una lavoratrice freelance e il mio animo naufragava, questa cosa che prima mi feriva appena, sta diventando un motivo cruciale del mio turbamento. Se c’è una cosa che, nel mare magnum dell’editoria, riescono a fare molto bene…

Alla ricerca di una Medea contemporanea: L’amore per nessuno di Fabrizio Patriarca

a cura di Federica Guglietta «Certe volte sei davvero una merda», disse Nairobi. «Mi occupo di quello che piace alle persone», e giù un sorriso fasullo. «Nel caotico dipartimento dell’entertainment io sono il braccio escrementizio della necessità. Pensa che ieri…

Crescere nei Paesi Baschi: Meglio l’assenza di Edurne Portela

a cura di Federica Guglietta Meglio accettare il fatto di avere un padre assente che uno violento. Di questo si convincerà, negli anni, la protagonista di Meglio l’assenza di Edurne Portela, un romanzo che inizia proprio come un giallo e…