Federica Guglietta
16 Articles0 Comments

Leggo, scrivo, faccio cose. Mi piacciono le storie che finiscono male.

La scrittura di Siri Ranva Hjelm Jacobsen tra isole, mari e mito

Le isole più piccole possono nascere in una notte, e sparire in una notte. Laggiù sotto il mare, tutte le terre emerse s’incontrano. Ci sono storie che, per ciascun lettore, sono una vera e propria culla. Qualcosa che va oltre…

Rileggere Bianca Pitzorno a trent’anni 

Bisogna sempre tornare dove si è stati felici. A dieci anni buona parte dei miei luoghi del cuore era racchiusa nei libri di Bianca Pitzorno. Adesso, a (quasi) trent’anni, mi è capitato di pensare a quanto mi mancassero e alle…

Ada brucia, l’esordio di Anja Trevisan tra Nabokov e Lanthimos

Una crocetta rossa sul calendario indica che quello è il giorno. Il tredici maggio 1980, in occasione degli ultimi festeggiamenti per San Pancrazio, Rino rapisce Ada. Quella bambina, che in realtà era Beatrice, e si chiamava così soprattutto per sua…

Tutti i nostri corpi: le storie superbrevi di Georgi Gospodinov

Storie brevissime, lasciate sulla pagina quasi fossero annotazioni, aneddoti, fantasie e ricordi affidati alla memoria di un foglietto ingiallito per rallentare lo scorrere del tempo. Sono centotré i racconti super brevi, malinconici, folgoranti e altrettanto divertenti che, in Tutti i…

Le Forme di lontananza di Edurne Portela e le relazioni tossiche

Se c’è una cosa che si nota subito nella scrittura di Edurne Portela è la sua capacità di entrare nei corpi delle sue protagoniste, per capirle e raccontarne a fondo la storia. Riuscire a sviscerarne il dolore. Avvicinarsi così sempre…

Mi chiamo Bonfiglio Liborio e sono un cocciamatte

È una sera d’agosto del 1926 quando, nel bel mezzo di un acquazzone con la pioggia che scende giù a secchiate, Bonfiglio Liborio fa il suo ingresso nel mondo. Un evento, questo, che racconta lui stesso, Liborio, molto tempo dopo…

Nathalie Léger racconta Barbara Loden e la sua Wanda

Non metterci troppo sentimento. Questa raccomandazione deve essere stata ripetuta al telefono almeno mille volte a Nathalie Léger dal suo editore, mentre lei iniziava a studiare il materiale per mettersi al lavoro su una nota biografica dedicata a Barbara Loden.…

Indizi ad arte per pittori dimenticati: Mamma è matta, papà è ubriaco

Tante sono le storie, le direttrici, le ramificazioni genealogiche che si intrecciano e vivono in Mamma è matta, papà è ubriaco, l’ultimo lavoro dello scrittore, entomologo, giornalista e collezionista svedese Fredrik Sjöberg, pubblicato in Italia da Iperborea nella traduzione a…