Alessia Ragno
24 Articles0 Comments

Il mondo di Fran Lebowitz

È dagli anni ’70 che Fran Lebowitz non cambia una virgola del suo aspetto, dai capelli ai capi che indossa, dettaglio che le garantisce una riconoscibilità talmente singolare da fare quasi paura. A cercarla su Google, del resto, le sue…

Karen Powell e Il fiume dentro di noi

La grande tradizione del romanzo classico britannico ritorna, a sorpresa, in un esordio atipico, quello di Karen Powell e il suo Il fiume dentro di noi, Edizioni e/o. Powell scrive una storia di mistero e sospetto ambientata in una cittadina…

Gli spatriati di Mario Desiati

Il fascino di “Spatriati” di Mario Desiati (Einaudi, 2021) comincia, innanzitutto, dal titolo e quel mondo intero di significati che porta con sé. Da pugliese, mi fanno sentire in qualche modo privilegiata e commossa: non si ha sempre il lusso…

L’AIDS e l’elaborazione del trauma: “I grandi sognatori”di Rebecca Makkai

Lincoln park, Chicago, 1985. Yale e Charlie sono una coppia consolidata. Li si incontra per la prima volta appena arrivati a casa di Richard, un amico comune. Si riuniscono assieme ad altri amici in una «festa» per ricordare Nico così…

Razzismo e intersezionalità: in dialogo con Nadeesha Uyangoda

“La razza, una cosa che esiste e non esiste allo stesso tempo, è l’elemento che più ha definito la mia esistenza. Io sono la mia pelle, i miei capelli, il mio nome, sono le tradizioni dei miei genitori.” In questa…

Storie di una autrice geniale: “Notti insonni” di Elizabeth Hardwick

Elizabeth Hardwick è stata la più influente critica letteraria americana del Novecento e lo si mette subito in chiaro anche in questa prima edizione italiana del suo “Notti Insonni”, tradotto da Claudia Durastanti per Blackie edizioni, con prefazione di Joan…

La magia della realtà: Vie di fuga, Naomi Ishiguro

“Vie di fuga” è l’esordio letterario di Naomi Ishiguro, giovane autrice britannica dal cognome tanto scomodo quanto fortunato (suo padre è il premio Nobel Kazuo Ishiguro), in Italia pubblicato da Einaudi nella traduzione di Margherita Emo. Una raccolta di racconti…

“L’arte di legare le persone”: l’atlante del dolore di Paolo Milone

Per diventare psichiatri basta avere un genitore, un nonno, un po’ matto, anche un pochino, e volergli abbastanza bene. I matti sono nostri fratelli. La differenza tra noi e loro è un tiro di dadi riuscito bene – l’ultimo dopo…