Serie Tv

After Life, la black comedy con lieto fine firmata Ricky Gervais

«So perché ci sforziamo di impedire ai morti di morire: ci sforziamo di impedirglielo per tenerli con noi. So anche che, se dobbiamo continuare a vivere, viene il momento in cui dobbiamo abbandonarli, lasciarli andare, tenerceli così come sono, morti.»…

La terza stagione di True Detective è un ritorno alle origini

Lo sceneggiatore Nic Pizzolatto torna a evocare la prima stagione di True Detective

Come Netflix può mandarti in paranoia se non ha quello che cerchi

Finalmente è arrivato quel momento preciso della giornata – di solito quello che ci vede protagonisti indiscussi del dopolavoro, svago, cazzeggio o che dir si voglia – in cui odiamo profondamente quello che è lo stato del catalogo Netflix. L’offerta…

Sex Education, la serie del momento

Sex Education è la nuova serie televisiva britannica che ha fatto tanto parlare di sé. Distribuita da Netflix l’11 gennaio e ideata da Laurie Nunn, con la regia di Kate Herron e Ben Taylor non è il classico teen drama,…

House Of Cards senza Frank Underwood è una reunion dei Nirvana senza Cobain

Diciamo subito che era prevedibile. Nel corso delle ultime stagioni la trama di House Of Cards stava già soffrendo, non regalava poi così tante sorprese e colpi di scena, si arrotolava su se stessa, talvolta annoiava. Con l’estromissione di Kevin…

Il miracolo della televisione italiana

Alla televisione italiana serve Il miracolo. Una statuetta della Madonna piange sangue. Una statuetta anonima, tale e quale alle tante disseminate nelle edicole di mezza Italia. Braccia accoglienti a benedire i fedeli, sguardo compassionevole rivolto a un orizzonte invisibile. È…

Atlanta: la versione di Childish Gambino

Il 2018 è senza ombra di dubbio l’anno di Donald Glover la cui crescita dal punto di vista artistico sembra davvero non poter avere limiti. La capacità di Glover di intrappolare lo spirito del tempo, in un’epoca in cui il…

Everything Sucks e il trend negativo delle serie Netflix

Devono aver ben pensato quelli di Netflix che l’operazione nostalgia partita con gli anni ’80 di Stranger Things non fosse una cattiva idea. Il successo della serie è stato sia di pubblico che di immaginario riportando alla memoria vecchi games…