I-Focus

Attualità, politica, società: il mondo è bestiale, ma noi proviamo lo stesso a raccontarlo.

Le lunghe elezioni egiziane

  Dopo la vittoria del partito islamista ”Giustizia e sviluppo” (PJD) in Marocco, e quella di al-Nahda in Tunisia (sempre partito a ispirazione islamica), è tempo di elezioni anche in Egitto.  In realtà la situazione egiziana è parecchio complessa, a…

Dj-set internazionale su Mario Monti

Ma Monti, ci piace o non ci piace? Non che in questo momento il parere del popolo italiano abbia un particolare peso, anzi. Ma sui giornali se ne parla molto, in tv se ne sproloquia a non finire. In politica,…

Anche in Siria c’è la musica underground

”E’ il nostro modo per far parte della rivoluzione”, dicono i giovani musicisti siriani, dissidenti che tentano di restare anonimi in un paese dove fare musica underground è pericoloso quanto fare i bombardieri (lo scorso luglio il cantante dissidente Ibrahim…

17 anni e BASTA!

Sarà perché lo conosco da sempre. Ero ancora una bambina e già nelle televendite di Mondial Casa ragazzine languide coccolavano per ore un materasso. Sorridendo. La mia generazione è cresciuta cullata dal sorriso entusiasta di B., che non ci ha…

Il romanzo delle stragi e il delitto Pasolini

”Io so i nomi dei responsabili della strage di Milano del 12 dicembre 1969. Io so i nomi dei responsabili delle stragi di Brescia e di Bologna dei primi mesi del 1974.” – ancora oggi queste parole sono attuali e…

Uniti per un cambiamento globale: socialismo o barbarie?

C’è un interrogativo che si impone oggi all’attenzione di chi vuole realmente capire quello che sta succedendo in mezzo mondo, man mano che la crisi economico-finanziaria degli ultimi anni continua a dispiegare i propri effetti regressivi sulle vite di sempre…

Inside Libya, reportage da consumare d’un fiato

«Gli dei e gli eroi se ne sono andati da tempo, coprendosi il viso, ma la scena è ancora quella. Gli uomini sono ancora feroci e fanatici come nell’Iliade, come nella Bibbia. Sono antichi quanto e più di allora, ma…

L’arte del dissenso, da Tripoli a New York fino a Roma e Atene

In questi giorni corrotti e violenti si sprecano le parole su quello che è successo il 15 Ottobre a Roma, dallo scontro fisico di piazza San Giovanni a quello ideologico (o pseudo-tale) tra partigiani, indignati, complottisti della prim’ora, gesuiti, parolai…