Mattia Insolia
33 Articles0 Comments

Sembrava bellezza, il braccio armato di Teresa Ciabatti

Si intitola Sembrava bellezza, è stato pubblicato da Mondadori lo scorso gennaio ed è indubbiamente uno dei migliori romanzi che leggerete quest’anno. L’ha scritto Teresa Ciabatti, che con La più amata – Mondadori 2017 – è arrivata seconda al premio…

La letteratura, l’abisso, il male | Intervista a Nicola Lagioia

Era agosto, piovigginava in modo fastidioso e aspettavo un Negroni. Mi trovavo a Ivrea per il festival letterario della città, era pomeriggio e sedevo al tavolo di un bar con due persone di cui mi fido molto, specie se si…

Mia sconosciuta | Intervista a Marco Albino Ferrari

Madri. Creature misteriose ed eccezionali. Di loro e del loro rapporto con i propri figli e le proprie figlie, la letteratura ha parlato molto. Da Elena Ferrante in L’amore molesto a Louisa May Alcott in Piccole donne, da Lev Tolstoj…

Dentro Sommersione di Sandro Frizziero

Finalista al Premio Campiello 2020, Sommersione di Sandro Frizziero, alla sua seconda prova, è uno dei romanzi narrativamente più interessanti di quest’anno. Stilisticamente elaborato, emozionalmente complesso e tematicamente struggente, racconta la storia di un povero diavolo che della vita non…

Intervista a Jonathan Bazzi | Febbre e il Premio Strega

Nell’ultimo anno si è fatto un gran parlare di Jonathan Bazzi e del suo Febbre, edito da Fandango. Classe ’85, nato e cresciuto a Rozzano, è arrivato in finale al premio Strega 2020, ha vinto il premio Bagutta opera prima…

L’arte di tradurre | Intervista a Silvia Pareschi

Quando ci accostiamo a un testo originariamente scritto in lingua straniera, che si tratti di narrativa o saggistica, tendiamo spesso a sottovalutare il peso che ha avuto il traduttore o la traduttrice che si è occupato o occupata della resa…

Ogni lettore è un mondo a sé

“I librai sono creature del demonio, e dovrebbe esserci un inferno apposta per loro”, diceva Goethe. Che il mestiere del libraio sia complicato, sfaccettato e spesso sottovalutato – o, per andare appresso a Goethe, demonizzato – non è né una…

Da Almarina alla tragedia greca | Intervista a Valeria Parrella

Da una parte Elisabetta, dall’altra Almarina. Da una parte l’insegnante cinquantenne, dall’altra la ragazzina romena. Da una parte la vedova combattiva che vive in una Napoli splendente, dall’altra la piccola senza alcun affetto terreno che sconta la sua pena al…